Navigazione veloce

Arte delle situle: riproduzione di una situla istoriata

Il giorno venerdì 25 settembre 2015 dalle ore 10:00 alle ore 12:15 circa, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica del Veneto, la Magnifica Comunità di Cadore, il Comune di Pieve di Cadore, gli Istituti Comprensivi di Domegge di Cadore e di Pieve di Cadore, il Gruppo Archeologico cadorino ha organizzato per gli alunni della classe prima della secondaria di 1° di Domegge, Calalzo e Pieve (100 alunni circa) la conferenza / laboratorio:

 Arte delle situle: riproduzione di una situla istoriata

a cura di Stefano Buson, Funzionario Restauratore della Soprintendenza Archeologia del Veneto, presso la Sala Cosmo di Pieve di Cadore. Gli alunni sono stati accompagnati dagli insegnanti delle rispettive classi.

E’ stato proiettato  un cortometraggio dal titolo “La situla di Kuffarn”, nel quale sono state  presentate le varie fasi della riproduzione sperimentale del vaso riccamente decorato, scoperto nel 1891 in una tomba della bassa Austria e datato intorno all’anno 400 a.C.

E’ seguita una breve dimostrazione pratica – con il supporto di telecamera e maxischermo -così i ragazzi hanno potuto verificare come sia stato possibile realizzare lamine istoriate con i pochi strumenti a disposizione, consolidando, in questo modo, l’ipotesi dell’artigiano itinerante divulgatore di modelli tecnologici e culturali.

La riproduzione sperimentale e l’analisi approfondita di vasi dove sono rappresentate scene figurate che vanno sotto il nome di “arte delle situle” sono finalizzate alla comprensione dei processi di progettazione, costruzione e del relativo impianto narrativo.

L’arte delle situle è presente a pieno titolo nei Musei della Magnifica Comunità di Cadore e dell’ex Palazzo Corte Metto di Auronzo con le bellissime lamine votive di Lagole e del Calvario.

Il progetto è stato finanziato dal Gruppo Archeologico Cadorino.

Lascia un commento