Navigazione veloce

Progetto pilota Montagna Amica e Sicura – collaborazione Scuola-CAI

SEZIONI CAI DELL’ALPAGO, LONGARONE, DOMEGGE DI CADORE

     Con lo scopo di coordinare e di inserire in un ‘contenitore unico’ le varie iniziative di educazione alla montagna già in atto da diversi anni in un certo numero di istituti scolastici provinciali, svolte in collaborazione con il Cai, i Presidenti e alcuni delegati delle sezioni dell’ Alpago, di Domegge di Cadore, di Longarone, si sono resi disponibili ad avviare dall’anno scolastico 2016/17 il progetto Montagna Amica e Sicura per gli alunni dei istituti scolastici.

Il Cai metterà a disposizione Operatori Naturalistici titolati del Comitato Scientifico del CAI, Accompagnatori di Alpinismo Giovanile, esperti a vario titolo, sia per condurre lezioni teoriche su argomenti inerenti l’ambiente montano, sia per accompagnamenti in ambiente da realizzare compatibilmente con le disponibilità e secondo modalità da definire.

Rientra infatti negli obiettivi del CAI stimolare attraverso i propri operatori e in forma esclusivamente volontaria, senza alcun onere per la scuola, la curiosità per le caratteristiche del proprio territorio montano, cercando di potenziare una cultura della montagna da approfondire con interesse e amore.

La proposta viene fatta nello spirito del protocollo d’Intesa sottofirmato dal  Gruppo Regionale CAI Veneto e dallUfficio Scolastico Regionale per il Veneto il 20 febbraio 2015 a Venezia con l’obiettivo di una collaborazione formativa alla diffusione tra gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado, di atteggiamenti consapevoli e comportamenti responsabili verso il patrimonio ambientale e paesaggistico, e per educare e formare i più giovani alla cultura dello sviluppo sostenibile.

Negli ambiti dell’intesa, le due parti intendono collaborare nella formazione e nella disposizione di laboratori per docenti e per alunni, uscite ed attività in ambiente finalizzate alla scoperta, alla conoscenza, alla tutela dellambiente montano attraverso esperienze d’introduzione all’escursionismo. L’Ufficio scolastico intende inoltre promuovere ogni iniziativa che verta alla protezione e alla valorizzazione del patrimonio naturale, paesaggistico e culturale.

Il progetto si rivolge a tutte le classi della primaria e della secondaria di 1° e 2°grado.

Obiettivi specifici

Contenuti teorici per una frequentazione consapevole dell’ambiente montano sia estivo che invernale finalizzata alla riduzione del rischio

conoscenze di base del paesaggio alpino:

attraverso l’esame del  paesaggio alpino, dall’erosione glaciale, al modellamento dei versanti agli aspetti vegetazionali e faunistici e alle relazioni esistenti tra i vari aspetti; le trasformazioni antropiche dell’ambiente e le conseguenze ecologiche; lo sviluppo di un’economia sostenibile; alternanza scuola-lavoro. 

come si prepara l’escursione sia estiva che invernale

decidere la meta in base alle caratteristiche e alle difficoltà del percorso in relazione alle proprie capacità e alla propria preparazione tecnica e psicofisica; lettura del bollettino meteo e nivologico; utilizzo degli strumenti tradizionali e tecnologici necessari per l’orientamento; la preparazione dello zaino e la scelta dell’abbigliamento.

la preparazione psicofisica personale: saper gestire la propria forza e la propria emotività; concetti base di allenamento e di alimentazione corretta.

camminare per conoscere (di più e meglio)

Il recupero delle gambe come mezzo di trasporto; i Cammini e le Alte Vie in Dolomite, in Italia e nel mondo: nuova tendenza per un turismo culturale ecosostenibile.

la sicurezza : prevenzione degli incidenti in montagna e primo soccorso ;

conoscere il pericolo per ridurre i rischio ; le cause più frequenti di incidenti.       

Esperienza in ambiente 

La conoscenza dell’ambiente montano, che non può prescindere dall’esperienza personale diretta, presuppone l’escursione in ambiente che ovviamente dovrà essere concordata tenendo conto delle disponibilità degli operatori, dei docenti e delle caratteristiche delle classi partecipanti.

Il Cai è disponibile a collaborare sia per un’escursione estiva che invernale; particolarmente importante quest’ultima dato l’aumento in questi ultimi anni della frequentazione in ambiente innevato con le ciaspe o scialpinismo. 

Gli operatori CAI, qualora il progetto venga inserito nel P.O.F. d’Istituto, per quanto riguarda l’esposizione degli argomenti, i tempi e le modalità organizzative, i programmi dettagliati, saranno disponibili per  gli incontri o per i contatti che si renderanno necessari.

PROGETTO PILOTA MONTAGNA AMICA E SICURA

la Scuola  ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI DOMEGGE DI CADORE

indirizzo   VIA GARIBALDI, 7     32040 DOMEGGE DI CADORE (BL)

aderisce al progetto con le/la classi/e     II E V PRIMARIA DOMEGGE

         (ALUNNI 18 +20)

docente referente:               Tiziana De Bon

docente della classe II:       Vincenza Cono Genova

docente della classe IV:      Patrizia Zanella

GIOVEDI‘ 27 APRILE                 LEZIONE TEORICA IN CLASSE SULLA FLORA ALPINA

 MERCOLEDI‘ 10 MAGGIO      LEZIONE IN AMBIENTE (PRATO)

IN ORARIO SCOLASTICO (9 – 12.00)  OSSERVAZIONE E RICONOSCIMENTO DEI FIORI TIPICI DELL’AMBIENTE ALPINO CON ESPERTO FLORISTICO DELLE DOLOMITI E IL CAI DI LONGARONE

Lascia un commento